15/03/11

Inviata speciale...per me stessa!

Da dove comincio?
Dall’inizio sarebbe la cosa migliore, ma credo basti iniziare da dove mi trovo ora, perchè il resto è fin troppo personale e rischierebbe di essere anche un po’ noioso.

Bene. Cominciamo.

Cari tutti, 
da oggi per un po’, questo blog servirà ad ospitare una sorta di diario di viaggio: una raccolta di appunti e spunti ricavati durante queste giornate lontana dall’Italia.


Ed ecco dove mi trovo.
Sono a Berkeley in California, molto vicino a San Francisco, per intenderci.
Forse la maggior parte di voi la ricollega all'arcinota università, ed effettivamente è così. Berkeley è sede di una delle piu' importanti università del mondo. Ma non è tutto. Qui sono nati alcuni dei piu' significativi movimenti di protesta in favore della libertà di parola, dei diritti delle donne... . Tanto per fare un esempio, i figli dei fiori, sono figli di Berkeley. Forse alcuni di voi ricordano Forest Gump e la "sua Jenny" che di bianco vestita, si unisce alle proteste pacifiste di un gruppo di studenti: ecco loro venivano proprio da qui. 
Ma Berkeley è in realtà inserita in un'area dall'incredibile intensità culturale: qui attorno, a San Francisco nello specifico, è nata, tanto per fare un ultimo ulteriore esempio, la Beat Generation.

E ora quattro risposte veloci a quattro domande plausibili.
Per quanto e da quando? 
Sono arrivata una settimana fa, quindi l’8 marzo e riparto il 25 maggio; quindi per ora staro’ qui tre mesi.
Perché? 
Perchè no? mi dico; se non lo faccio ora quando mi ricapita. Diciamo che la mia vita privata mi ha portato a fare questa scelta. Credo fosse da cogliere al volo. E così ho fatto.
Come? 
Con tantissima voglia di assorbire ogni minuscola informazione utile al mio lavoro. Vorrei tornare a casa con molti spunti, idee, con un inglese migliorato e con un valore aggiunto personale. Quindi fondamentalmente, sono una spugna pronta ad assorbire.
Cosa cambia? 
Dal punto di vista lavorativo, non molto in effetti. 
Il mio lavoro va avanti e sono sempre qui: le mie creazioni proseguono, la collezione corrente sta andando bene, ci sono nuovi di punti vendita in arrivo, collaborazioni che nascono... .
 In piu' c'è da dire che Internet ha davvero accorciato le distanze e quindi posso gestire tutto anche da qui, per questi tre mesi. Poi a casa ho un paio di persone d’oro che mi aiutano a portare avanti spedizioni, ordini e contatti. 


Detto cio’ a partire da oggi raccogliero’ in queste pagine tutto quello che reputero’ interessante: dettagli, stili di vita, negozi imperdibili, oggetti, beading in USA, chicche...insomma tutto quanto! 

Siete pronti?
Allora intanto ecco a voi qualche foto delle casette che mi circondano. Per cominciare vi faccio respirare un po’ di “Victorian Atmosphere”. La zona residenziale in cui vivo a Berkeley è piena di queste piccole dimore da favola. Intendiamoci: tra questa non c’è casa mia.
Gustatevi questa prima raccolta di case locali e preparatevi perchè domani si parla di un “paradiso perlinesco” che ho scovato qui a Berkeley e che ovviamente ho già testato, ehm!
A domani mondo blog!

Giulia





From where can I start?
The best thing would be starting from the beginning, but I guess it could be enough starting from where I’m now, also because the whole story it’s too much personal and it might be a little boring.
So well. Let’s get start!

Dear all,
starting from today, for a little, this blog will be dedicated to host a sort of travel diary: a collection of notes and ideas taken during these days far away from Italy.

And here I am, in Berkeley, California, very close to San Francisco, to better explain.

Maybe the most of you link it to the famous university, and so it is. Berkeley is one of the top ten universities in the USA.
But there's something more! Here are born some of the most significant protest movements in the name of speech freedom, in the name of women rights... .  Just to make an example, the "flower's sons" are Berkeley's sons. Maybe some of you remember Forest Gump and his Jenny that all white dressed joins to the pacifist protests of a group of students: yes, they were from Berkeley.
But this city is in an area of incredible cultural intensity: here, in San Francisco really, was born the Beat Generation, only to make another example.

And now four short answers to four possible questions:
For how long and from when?
 I’m arrived here one week ago, the 8th of march, and I will return in Italy the 25th of may, so I’ll stay here for 3 months more or less. Then I will see.
Why?
Why not? I say...if I don’t do it now when I can get it? I can say that my private life took me to this choise. I guess it was definitely to grab! An so I did.
How?
With a lot of curiosity and a great desire to take every single useful information for my job.
 I would like to return in Italy with a lot of new ideas, with a good English and with something more for my self in general.
So, at the end, I’m like a sponge ready to absorb.
What is going to change?
 Concerning my job, nothing is going to change. 
My job goes on normally and so I’m always here:  my creations proceed, the new collection is going on very well, there are several new retailers that are coming, new starting collaborations.
Furthermore I have to say that Internet has cutted the distances and thanks to it I can manage everything quite well also from here during these three months.
Then I have some gold friends at home that are helping me to carry on the ships, the orders and al the contacts... .

Good. 
Finally, starting from today, I’ll collect, in these pages, all the stuff that I think it’s interesting: details, life style, interesting stores and boutiques, things, beading and everything else that I will find useful for our passion. 
Are you ready?
So in the mean time here you have some pictures of some houses surrounding me. I want to make you taste some “Victorian atmosphere”. The residential area where  I live in Berkeley is full of these small fairytales houses. Just to explain: my house is not in these...but I would like it.
Enjoy this first collection of local houses and be ready because tomorrow I will talk about a “beading paradise” that I’ve found here in Berkeley and that of course I’ve already explored!
See you tomorrow blog world!
Giulia





13 commenti:

Perline e bottoni ha detto...

Che meravigliosa opportunità! Sono felice per te, solo... se potessi aumentare un pò la dimensione dei caratteri dei tuoi post... La presbiopia, ad una certa età è una insopportabile compagna di vita (sob) e i caratteri sono davvero microscopici. Buena suerte!

La Ely ha detto...

Oh, eccola qui la giuliella in trasferta! Che invidia!!! ^_^
Ti leggo bella carica ed entusiasta - e ci mancherebbe! - sono proprio contenta!!
Poi non so che giri farai, ma se dal 6 al 10 agosto sei ancora in zona, ci becchiamo di sicuro!
Un rinnovato "in bocca al lupo"!!

1129 ha detto...

stare altrove è sempre fonte di ispirazione (che hai in abbondanza anche sul suolo patrio) e le esperienze di viaggio sono impagabili. Goditi la california e non tornare con perle troppo belle che poi schiattiamo tutte di (benevola) invidia. Enjoy!!!!

Merylu ha detto...

Cara Giulia, come sono contenta per te! E' una cosa bellissima! Spero davvero che in questi tre mesi tutto possa andare alla grandissima e che tu riesca ad "assorbire" il più possibile :) le foto sono bellissime, cosa darei per passare anche solo pochi giorni in una casa così! Mi ricordano tanto quelle del telefilm "Streghe" che vedevo da adolescente, e che si svolgeva proprio a San Francisco.
Sai che i primi di aprile sarò anch'io in territorio statunitense? Sarò però a New York, e in veste di semplice turista :)

In bocca al lupo per tutto, cara Giuliella! :)

Un abbraccio fortissimo,

Mery

Serena ha detto...

Che bello!!!! come ti invidio!!! davvero! mi sarebbe piaciuto anche a me avere un'opportunità così nella vita, ma purtroppo non ce l'ho avuta, ora poi che sono malata me le scordo le vacanze....
però, mai dire mai, chissà che un giorno non mi parta qualche rotella nel cervello e scappo anche io in qualche posto meraviglioso e magico, come sembrano magiche e uscite da una fiaba le case che hai fotografato...
Comunque ti auguro che tu possa realizzare il tuo sogno e che tu raggiunga l'obiettivo di questo viaggio...
Divertiti e vivila intensamente questa esperienza, che hai fatto bene a fare!!!
Un abbraccio
Serena

giuliacrea ha detto...

Per chi è creativo...la california, san francisco e gli states in generale sono una manna dal cielo! buon "viaggio" e...non vedo l'ora di leggerne di più..

Marzia ha detto...

Wonderful!!!!! :D
Un'opportunità di quelle da non perdere, brava Giulia :)
Seguirò con tanto interesse questo tuo diario, non vedo l'ora di leggere le prossime pagine e viaggiare assieme a te.
Intanto mi gusto queste casette.... splendore! Sembrano uscite da un libro di illustrazioni di fine '800!

See u soon :P

Bacione!

Helena ha detto...

Berkeley? California? Uao..cioè, uao, un bel cambio direi..prima di tutto ti faccio un bel in bocca al lupo per la nuova avventura, e poi chissà quante cose scoprirai, sinceramente non vedo l'ora di sapere cosa condividerai con noi! ti ringrazio già adesso perchè sarà un piacere leggere il tuo diario di viaggio! E poi una cosa che ho pensato appena viste le foto del tuo nuovo quartiere..ma allora esistono veramente queste case!! Ogni volta che le vedo in qualche telefilm mi sembrano finte!! ciao ciao, anzi, bye bye!!

Giulia Boccafogli ha detto...

Ragazze! Grazie a tutte! Spero davvero che questa avventura si riveli piena di tesori nascosti. Per ora è così...anche se è davvero appena iniziata.
Non mi dilungo molto qui perchè vi voglio venire a fare un saluto personalmente...sto venendo a farvi visita nei vostri blog-appartamenti. Baci e grazie! Domani parte un altro post interessante!

Daniela ha detto...

evvai giulietta...lo sai che da brava donna di casa-lavoro-figli approvo appieno questi tuoi tre mesi che i motivi personali ti faranno trascorrere negli USA e penso che sia stata una delle scelte più belle che tu potessi fare per te stessa.Seguirò i tuoi racconti ma ti prego...descrivi in tutti i particolari le mercerie...farei il giro del mondo solo per quelle!!!
Bacioni Dany pomezia!!!!!

Giulia Boccafogli ha detto...

Dani nei prossimi giorni postero' un rapporto completo di una merceria incredibile che ho attaccata a casa! Faro 'un reportage completo! Un bacione! Giulia

The colours of my closet ha detto...

sono sicura che sarà una esperienza interessante e bellissima.

il diario di bordo poi è un' ottima idea...
ti seguirò!

un abbraccio

Fata Bislacca ha detto...

Oh Giulia che novità!
Ti auguro di cogliere ogni ispirazione, ogni atmosfera, ogni incontro e re-interpretarlo, come solo tu sembri saper fare, restituendolo attraverso le tue creazioni e parole!
Ti abbraccio come se tu fossi qui!
Cathy