21/01/11

Condivisione: un'arma a doppio taglio

No, non vuole essere il solito post su copiature o simili. 
Vuole essere un post di spiegazione, scuse, perplessità, dispiacere, stupore...

Capita, e chi è blogger anche se discontinua come me puo' forse capirlo meglio, che sul proprio blog si abbia voglia di parlare di cose e artisti che pur non conoscendo personalmente, si apprezza per tante ragioni.
Naturalmente la prima ragione e unica, quando non si conosce la persona in questione, è che si ama il frutto del lavoro di questa persona.
Citando questa persona, e parlo per me, non si desidera proprio nulla in cambio...figuriamoci poi quando si citano grandi nomi...neppure si pensa che queste persone possano accorgersi di noi.
Lo si fa e basta con rispetto e rigore. Perchè troviamo meraviglia e bellezza nelle loro idee.

La cosa strana è quando chi viene citato pensa che ci sia il doppio fine...perchè? Perchè per ragioni a me tecnicamente ignote i motori di ricerca generano link automatici e quindi capita che chi desidera cercare questa persona trovi anche chi lo ha citato.

Non ho intenzione di giudicare, commentare o altro. Questo tipo di pensieri non fanno parte di me e forse dovrei invece iniziare a ragionarci per evitare problemi inutili, dispiaceri altrettanto inutili.

Per questa ragione da oggi questo blog non citerà mai piu' nessuno che non abbia dato espressamente la sua autorizzazione o che io conosca personalmente e che quindi, conosca la vera natura delle mie intenzioni.

Chiedo scusa a chi si è sentito "violato"o citato ingiustamente.

Con grande rammarico prendo questa decisione ma inevitabilmente.

Nessuna polemica.

Da parte mia posso dire questo. Nessun problema ad essere citata. Saro' sempre grata a chi dedica 30 secondi del suo tempo a me e alla mia passione. 

Giulia

15 commenti:

Perline e bottoni ha detto...

Cara Giulia, il prossimo post, per favore, dedicalo a chi su Facebook tagga le proprie foto per darsi un pò di visibilità a spese di creative con la C maiuscola! Splendida giornata.

Helena ha detto...

Non so se ritenermi ingenua ma non avevo mai pensato a questa cosa, non ho mai neanch'io voluto citare artiste famose solo per un tornaconto, e c'è solo un motivo per la quale la gente che ti ha rivolto questa accusa ci ha pensato, me perchè è la prima a farlo! E adesso, anche se so di questo modo contorto per farsi pubblicità direi che non cambia nulla visto che se cito persone come te è solo perchè sono fonte di ispirazione e perchè non voglio che idee originali siano ritenute mie quando non lo sono, io ho un piccolo blog e non saranno nomi importanti a ingrandirlo o a migliorarlo, ma quello che ci metto di mio che può piacere o no a chi mi segue..per seguire chi ci interessa ci sono tanti altri canali e se un blog vive di citazioni fa presto a perdere interesse e si vede..purtroppo come sempre a rimetterci sono quelli che ci mettono sincerità e passione, ma per questa cose non bastano mille citazioni per averle! Ciao ciao!!

Giulia Boccafogli ha detto...

Ciao! Ma...sai...a me tutto sommato fa piacere...insomma se capita a me significa che qualcuno crede che possa acquisire visibilità grazie a me...cosa che reputo strana perchè io francamente non sono che una goccia nel mare...pero' non ci vedo nulla di male. Non so. Sarà che credo che alla fine parli la creatività, e credo anche che la così detta visibilità lasci il tempo che trovi se non c'è sostanza reale. Pero' posso capire il disagio e proprio per questo ho fatto questo post, perchè non tutti la pensano come me. Grazie per la tua voce. Un abbracci. Giulia

Giulia Boccafogli ha detto...

Ciao Helena,
ti ringrazio per il tuo commento. Io la penso esattamente come te. Ci tenevo a pubblicare un post a proposito in modo pacato. Spero che traspaia il mio dispiacere ma anche la mia perplessità verso un problema che per non esisterebbe. Ma posto che siamo tutti diversi, è corretto accettare le osservazioni che ci vengono fatte. Elaborarle e poi dire la nostra. Parlo per me: per me e' un onore essere citata da chiunque. Se qualcuno decide di dedicare 5 minuti a me, non posso che esserne grata...certo a meno che non si tratti di insulti in tal caso...
Un bacione e grazie. Giu'

ilafabila ha detto...

Ciao Giulia, sono la Ila.
Non ci credo... e pensare che io ho riservato un'intero angolo del mio blog alle citazioni!!! :)
Senza che mai mi sfiorassero i pensieri di cui sei stata ingiustamente accusata...
Pensa, che per l'iniziativa "Su miss hobby è già Natale" mi prendevo la briga di contattare privatamente tutte le ragazze chiamate in causa, per non spammare i loro spazi, con l'indirizzo del mio blog.
Poi, per pigirizia e mancanza di tempo, commentavo la loro creazione, linkandomi.
Ma ho smesso...perché facendo così mi sentivo in qualche modo la coscienza sporca... pur essendo in completa buona fede.

Ora questa tua nota, mi accende diversi dubbi su come comportarmi in futuro....

E' anche vero che certo, preferisco linkare persone poco "note", anche perché mi piace l'idea di dare loro un po' di luce in più...ma fra le tante citazioni, capita anche la "famosa"

Pensa, sempre per l'iniziativa riguardo misshobby ho linkato una ragazza che ha il negozio lì, ma non ha un blog o altri spazi simili.
Mi ha risposto contentissima e ha insistito per regalarmi una sua creazione...
Ho dovuto insistere per convincerla ad accettare qualcosa in cambio...e così ne è nato un micro-swap.

Questo per sottolineare quanto le persone possano accogliere in maniera diversa uno "stimolo esterno", per così dire.

Certo il mondo è bello perché è vario..!

Concordo in pieno con le altre tue lettrici... odio le tag in Facebook e penso che le persone giudicano gli altri con il loro metro.

Spero di non incappare in persone tanto ottuse... anche se temo succederà!

Scusa per il poema, a tratti (tanti tratti!) sconnesso!

Un saluto pieno di stima e di adorazione artistica
Ila :)

Sara Pacciarella ha detto...

Non mi era mai capitato di riflettere su questa cosa, forse perchè come dici tu, è un problema praticamente inesistente. Che pensiero contorto. Pensandoci però, potrebbe essere solo un'altra delle tante forme della presunzione, no? Voglio dire, uno ti cita, e invece di ringraziare, pensi che voglia avere visibilità citandoti...aò, ammazza, ma chi ti credi di essere???!?????
Sbaciucchi.
Sara.

Merylu ha detto...

Cara Giulia, io sono fra quelle che parlano sul proprio blog di altri artisti, spesso poco conosciuti, altre volte più famosi, ma l'ho sempre fatto, come te, in completa buona fede! Anzi, nel mio piccolo, ho sempre pensato di fare una bella cosa: dare visibilità nel mio spazio alle creazioni di qualcuno che apprezzo e stimo, anche se, essendo il mio un piccolo blog, non ho la pretesa di cambiare il corso dei loro affari e di dare una svolta alla loro "attività".
Non avevo mai, e ripeto mai, pensato che ci fosse qualcuno così... così... sospettoso e in malafede (non so trovare la parola adatta) da pensare male di questa bella iniziativa. Quando sono io ad essere citata sono la persona più felice del mondo, dentro di me esulto perché capisco che c'è qualcuno che ama quello che faccio e crede in me. Ed è bellissimo.
Il discorso delle tag su facebook è completamente diverso, non c'entra nulla con questo!
Ti abbraccio forte!
Mary

BUSSOLA ha detto...

citando mia nonna: "come la fai e la fai...la sbagli!!"

Giulia Boccafogli ha detto...

@Ila: grazie per il tuo commento! Ma...come ho detto è un tipo di pensiero che non mi appartiene, ma è sbagliato dare per scontato che tutti la debbano pensare come me. Per cui accetto tutti i punti di vista. Credo che la cosa piu' importante sia il rispetto per cui se per queste persone il rispetto è questo, è giusto che sia così. Mi dispiace, ci sono rimasta male ma va bene così. A me non cambia nulla. Per quanto mi riguarda, ripeto, la citazione è già una forma di rispetto. Ma questo è il mio punto di vista. Un abbraccio forte forte e non smettere di fare cio' che splendidamente porti avanti!
@Sarette: ho letto anche il tuo mp. Non mi sono dimenticata...non temere...:-) Fidati della Giuliella stella. Per il resto...credo che la differenza di base stia nel tipo di approccio con la rete. Chi è blogger ha un concetto preciso della condivisione. Chi è blogger e creativo e lo dico senza presunzione, quindi diciamo, chi prova ad essere creativo, ha un altro concetto ancora e in questo senso la citazione è oro prezioso. Un abbraccio dolcezza.
@Mary: concordo con te su tutto e quoto in particolare "non ho la pretesa di cambiare il corso dei loro affari e di dare una svolta alla loro "attività"." UN abbraccio.
@Bussola: ahahah! Giustissimo. Le nonne hanno sempre la saggezza piu' vera!

Marzia ha detto...

Oibò, sai che non avevo mai visto la faccenda da questo punto di vista?!?!
E' un ragionamento, però, che non rientra nel mio modo di pensare... per me citare qualcuno significa ringraziarlo, stimarlo, pubblicizzarlo (non in senso meramente economico, anzi!!!).
Condivido il tuo pensiero e quello di tutte le altre che hanno commentato prima di me... in particolare Sara, che come sempre centra in pieno il nocciolo della questione dando una sferzata di allegria al tutto! :P

Mia ha detto...

Ciao Giulia!!!!!
Buon anno tesorina... prima o poi dobbiamo vederci mi raccomando!
Penso che tu abbia fatto bene a dire la tua come hai sempre fatto...
diamine però non va mai bene a nessuno niente!!!!!
io credo che chiunque sia stato... pecchi di presunzione...
w Giulia....tvb

Ilaria ha detto...

Accipicchia... io adoro condividere le creative che stimo, ma al riscontro personale non ci sarei mai arrivata. La mia testolina è troppo ingenua? Forse sì, ma non intendo rinunciare a questo piacere...
Chiedo perdono fin d'ora a chi verrà citato!!!

Love & Joy Giulia!!!

Anonimo ha detto...

Secondo me non dovete farvi condizionare troppo da questo genere di supposizioni..se pensate che una cosa faccia per voi e vi fa piacere farla..fatela! il blog è uno spazio libero :) tanto più che malignità del genere lasciano solo pensare a persone a loro volta in malafede...

purtroppo è vero che in questi ultimi tempi i blog sono sempre meno blog, il tuo blog per esempio giulia è nato in un periodo molto diverso, quando si condivideva per il gusto di farlo e se nasceva una piccola attività era una cosa spontanea e sudata, oggi purtroppo i blog si sono trasformati in operazioni colossali di marketing e pubblicità, la gente recensisce senza nessuna dignità articoli che non c'entrano niente (un po' di tempo fa per esempio girava la recensione di un..dentifricio..dico ma come si può abbassarsi a tanto? con tutto il rispetto per le opinioni altrui ci mancherebbe...)
e tantissime altre cose che minano il concetto di fondo di libertà dei blog..
purtroppo è normale se vogliamo che in un clima del genere ormai si pensi che dietro a un blog ci siano solo interessi personali...quando c'è ancora chi, come te, fa le cose alla vecchia (cara) maniera, il sito personale per gli affari e il blog per chiaccherare...visioni diverse, aimé in qualche modo purtroppo sorpassate per i più!

lineecurve ha detto...

Non so se possa interessarti ma ti do la mia opinione lo stesso.
Io credo che tu sbagli a limitare i tuoi slanci, io credo che sia un errore smettere di fare quello che spontaneamente hai fatto, senza cercare nulla in cambio. Tu lo sai e questo basta.
Non hai commesso errori, non hai procurato danni a nessuno, non c'è ragione per cui tu ti debba preoccupare di avere l'autorizzazione a citare chiunque. Esiste ancora la libertà di espressione e di parola, quando non si commettono reati o comunque quando non si nuoce a nessuno.
E' triste chi ti impone di non essere citato per presunti e non dimostrati tuoi intenti di autopromozione. E' triste chi lo pensa.
Quando qualcuno utilizza certi escamotages, lo si vede lontano un miglio. E (dal mio punto di vista) certi blog che vivono sulle spalle di quelli che citano, sono illegibili. Ce ne sono molti.
Non permettere a nessuno di toglierti la spontaneità con cui fai le cose. Non ne vale la pena.
La malizia sta negli occhi di chi guarda.
Vai avanti e non curartene! Ciao!

Giulia Boccafogli ha detto...

Io davvero devo ringraziarvi di cuore. Per me era molto importante anche capire il punto di vista di chi passa da queste parti, e vi ringrazio per il tempo che avete dedicato a esprimere il vostro parere. Naturalmente sono la prima a credere nella forza dei blog, quella vera, ed è con questo spirito che ormai un bel po' di tempo fa il mio blog è nato. Purtroppo questo mondo è fatto anche di "professionisti" (uso le virgolette per sottolineare l'opinabilità di questo termine) a cui non interessa questo modo di vivere la condivisione. Io ritengo che sia sano e appagante, ma posso garantirvi che non tutti la vedono così. Come giustamente alcuni di voi hanno sottolineato, alcuni vedono malizia anche dove non c'è...ma personalmente, conoscendomi, non avendo voglia di starci male, preferisco d'ora in poi, pormi sempre in quest'ottica. Questo episodio, ormai avvenuto tempo fa, prima mi ha fatto arrabbiare, poi mi ha profondamente rattristato, perchè tutta la stima che io avevo posto nel lavoro di una persona si è sgretolata in 10 minuti. Successivamente ho riflettuto e ho capito che la parola "stima" si deve regalare solo a persone che, facendosi conoscere anche "personalmente", riescono a rientrarvici a 360 gradi. Se questo non avviene, allora resta solo un indiscutibile talento creativo, che pero' esula da tutto il resto. Tutto questo per dire che nel mio piccolo, continuero' a parlare di cio' che mi appassiona...ma con autotutela maggiore rispetto a quelle che possono essere delusioni di analogo livello. Grazie comunque a tutti voi, al vostro tempo, ai vostri pensieri...
:-)
Giulia