16/12/08

CREATIVITA' CREATIVA: la Condivisione

Oggi è una bella, bellissima giornata per aggiornare il blog!
Tra l'altro la giornata di ieri non si stava concludendo proprio nel migliore dei modi...
Ogni tanto mi capita di essere investita da attimi di pessimismo cosmico.
Attimi in cui senti di essere ferma lì, a guardare le ore scorrerti addosso e ad aver paura di rimanere immobile per chissà quale coraggio non trovato.
Capita. Già. Ma poi passa, perchè alla fine, subentra sempre un nano pensiero positivo o un piccolo episodio felice e così è stato anche ieri sera.

Prima di tutto vi devo presentare una persona. Qualche tempo fa ricevo una "ciao-mail" da parte di Sara, 29 anni, romana, affetta da "perlite" acuta. Intanto. 1-Dicesi "ciao-mail" una e-mail di presentazione del tutto spontanea e inaspettata, solitamente del tutto disinteressata e anche un po' timida. 2-Per "perlite" non intendo le palline di polistirolo che si mettono nell'impasto del cemento per alleggerirlo...ma quella malattia contagiosissima che ha tra i suoi sintomi principali la comparsa di macchie a forma perline e monachelle su tutto il corpo. Seguono allucinazioni e crisi d'astinenza da pinze e fili colorati. Ma torniamo a Sara. Sara ha un blog. Un bellissimo blog. In questo suo universo parla di sè, della sua passione, delle sue ispirazioni...parla e sogna, crea e racconta e allora, inevitabilmente, è nato un filo, tra di noi, un filo pieno di perle e cristalli!


Sara Pacciarella's creations
La cosa che mi ha piu' colpito del suo mondo sono i colori e il modo assolutamente immediato in cui comunica le sue scelte cromatiche mai scontate.






Sara Pacciarella's creations and inspirations

Ma in questo senso credo possiate visitare il suo blog, di cui trovate anche il link in basso a destra, tra i miei favoriti. Ebbene. Ieri sera Sara mi ha spedito la sua "nave". Ricordate l'esercizio creativo? Io avevo postato qui la mia "nave". Lei mi ha spedito queste foto e queste parole, che riporto in citazione con il suo consenso.

-La nave di Sara-



...
"Reduce da un viaggio in Sardegna relativamente recente (ottobre), la parola NAVE mi ha subito riportato al ricordo di quel viaggio, in particolare alla traversata di andata e ritorno, in cui mi sono soffermata a lungo a vedere le manovre dei marinai a prua, che mi hanno affascinato mentre arrotolavano e srotolavano tutte quelle enormi funi arancioni, e poi i nodoni, il blu e il bianco della vernice spessa e lucida...E' questa l'immagine che mi ha invaso appena ho pronunciato dentro di me questa parola: nave.
Per questo i colori principali che ho "scelto" di usare sono l'arancione, il blu, insieme al bianco e ai toni del marrone...dico "scelto" tra virgolette, perchè per il senso stesso dell'esercizio creativo non è si è trattata di una vera e propria scelta a tavolino, ma piu' un pescare spontaneo perline, fili e colori in base a questa ispirazione interna e personale. Certo è pur sempre una scelta, ma non entriamo nel filosofico, diciamo che è stata una scelta ma non ragionata ragionevolmente ecco.





Ho cercato di lasciarmi andare il piu' possibile, di rilassarmi, è stato difficile cacchio, difficile sfuggire ai ragionamenti, a cose del tipo "beh qui ci starebbe meglio", "beh se facessi così invece di cosà", booooooooooooooooooooh mica lo so sai, forse qualche pensiero del genere mi sarà pure scappato, ma giuro che ho almeno cercato di affogarlo!




Mi sono divertita un sacco comunque, è stato divertente, creativo, bello!" ...

E io ringrazio Sara.
E' stata la prima, fino ad ora, a raccogliere la mia proposta e lo ha fatto con passione, dolcezza e un'enorme voglia di condivisione!
La sua "nave" è vera, bella e piena di allegria.
Grazie Sara per averla condivisa come me e con tutte le persone che passano dalle mie parti! Sono davvero felice che tu quel giorno abbia deciso di scrivermi quella ciao-mail.

E io per ingraziarti ancora di piu', vorrei dirvi che il mio esercizio creativo è andato avanti...e il "RISCHIO" è arrivato!



Il processo è stato semplice. Prima di tutto i colori. Giallo e nero. Era la prima e piu' immediata ispirazione cromatica. Non so per quale motivo. La seconda cosa era l'immagine di un omino appeso ad un filo: un rischio, in tutti i sensi. E così è nata la mia "signorina altalena". Una sagoma in pelle appesa a cotone e cristalli. Piu' rassicurante rispetto all'immagine primaria, piu' stabile...ma pur sempre sospesa!

Lo ammetto...un po' al ragionamento ho ceduto...ma vi giuro che le immagini sono state immediate e l'esecuzione della stessa velocissima e istantanea!
Poi come sempre mi accade è stata reazione a catena. La pelle! La amo! Ma il caso ha voluto che Marta, una delle mie best friend, mi abbia portato con quel minimo di esitazione tipica di chi non è certa del suo gesto, un rotolo di scampoli di tulle e pizzi...ammmmore a prima vista! Marta portamene altri ti prrrrego (e qui dovete immaginare Roger Rabbit). E io ho fatto queste...che diventeranno il tocco di completamento ad una bella novità che vi postero' a breve!



Insomma MondoBlog...

non smettete di creare!!! Fatelo in libertà, fatelo con la vostra testa, ispiratevi se ne avete bisogno, osservate, assorbite...ma personalizzate!
Non rimanete fermi, ad osservare le ore scorrervi addosso! Prendete ago e filo, ferri e lana, pinze e perline e date forma al vostro immaginario!
Proprio come ha fatto Sara!


A molto presto con altre ispirazioni!


Giu...liella!



10 commenti:

Sara ha detto...

Che dire Giulia...sono emozionata, felice...nessuno aveva mai speso parole così belle e sentite per me, il mio blog e il mio mondo creativo. Sono emozionata e felice di condividere tanta creatività e ispirazione con te, di aver stabilito questo filo di connessione che mi stimola ancora di piu' in quello che faccio.
Il tuo rischio è davvero originale, e come ogni cosa che fai, prezioso, perchè nasce da una passione vera, profonda, unica. Grazie ancora per questa splendida condivisione! Di certo tornerò presto con il mio rischio! Un bacione!

sempre Fata Bislacca ha detto...

ohhh, ti lascio il mio commento molto velocemente perché ho poco tempo e vorrei almeno andare ad aprire il blog di Sara... Ghiottoneria!!!
Poi ti volevo dire che il tuo rischio è MERAVIGLIOSO!!!! Mi piace, mi piace, mi piace!!! Bislacco! Giulia, adoro e io non sono una che va per blog a fare wowww e micio micio!!!! Baci tanti

parola: mistra, sarà il mistral, con tutte queste navi che hanno il vento che gonfia le vele....

DRINA ha detto...

Hello Giù Giù...moooolto bello lo stile di Sara...trovo che assomigli molto al tuo...quindi credo che il feeling fosse già pronto nell'aria... dovevate solo incontrarvi!
La tua signorina altalena, altalenante, che rischia, ma sta in equilibrio è una delizia...mi fa scattare qualcosa...come al solito non so cosa!
Maaaa...come dire...alcune delle mie "cose" preferite sono i fiori, il rosa, il fucsia e il viola...qindi quella rosa con il nastro di satin e il tulle lilla e il pizzo rosa antico mi manda in visibilio!!! Mi sa che sono praticamente obbligata a farci un pensiero sopra...
Baci Giuliella...mi sto organizzando per prox settimana e dirti appena possibile!

elena fiore ha detto...

Eccomi qui cara Giulia: grazie per le tue parole che mi hai lasciato nel blog e per esserti così presentata. Ci deve essere la rete molto intasata o il mio Adsl deve essere un po' arrugginito perché non riesco a caricare le immagini del tuo blog (...mi rifarò!).
Per cui al momento solo un ciao e naturalmente non posso che condividere ciò che hai scritto. A presto, elena.

Antonietta ha detto...

Ciao Giulia
non ho parole...hai detto frasi bellissime. Piu' ti seguo e piu' mi rendo conto di quanta energia emani. La tua passione e' forte e chiara e quello che trasmetti e' semplicemente puro!!! Hai davvero ragione quando dici di non rimanere fermi e dare sfogo alla creativita'. Essere liberi di creare e' la cosa piu' bella per noi artigiane.
Un saluto. Antonietta.

Alessia ha detto...

Ciao Giulia! Innanzi tutto bellissimo il tuo rischio!! Mi piace moltissimo nei colori e nell'idea!! E le creazioni di Sara sono bellissime... Appena ho un attimo andro a guardarmi per bene il suo blog. E scusami se non ho ancora fatto nulla a proposito dell'esercizio... sto facendo tante cose diverse e in questo momento non trovo il modo, ma so che verrà, giuro e prometto, non mi tiro indietro!! Un abbraccione

Giulia ha detto...

Ecchime qui. Oggi sono malaticcia. Ho mal di testa, una schifossissima febbricolina e bruciore allo stomaco. Come direbbe la mia amica Titti: praticamente un cesso! E vabbuo'.
Ma veniamo a noi care fanciulle!

SARA: semplicemente, aspetto il rischio. E qualsiasi considerazione tu vorrai fare o filo che dir si voglia! :-)

FATA: uhh...la fatonzola!!!Visto che ghiottoneria s'è scovata?! Altro che rischio...se continuo di sto passo entro fine anno rischio che mi ricoverano. Per fortuna che ci sono le indigene di MondoBlog a riempirmi gli occhi di belle cose! Forse mi sento un po' donna altalena...sempre sospesa agli eventi, tra una liana e l'altra...una jungla questa vita creativa! Ma quando il gioco si fa duro...i duri inziano a giocare...ma era così? Un beso in poppa al Mistral!

DRINA:!!!! Io ci sono! A parte lunedì che saro' di ritorno da Lugano per il resto Yes I'am (non va bene eh...pero' ci stava bene).
La rosa pizzosa servirà per completare un nuovo oggetto giulielloso fresco fresco che ho realizzato in questo periodo per fare i regali di Natale (in realtà ne ho fatte due per ora ma vabbè...) presto faro' un post ad hoc perchè anche la mia mente diabolica galoppa...e mi è venuta un'idea, banale magari, ma per me del tutto nuova.
Insomma ho già due argomenti da postare! Va mo' là! Baci e ribaci e strabaci
ELENA: Be' che dire, grazie a te di essere passata! Io sono un diesel. Ho bisogno del momento giusto e dello spirito giusto per fare e dire le cose, soprattutto se desidero essere davvero soddisfatta. E' da un sacco che ti seguo e ti ammiro e ripeto...ho anche un paio di tuoi libri...ghgh! Un abbraccio Elena e grazie di cuore! A presto
ANTONIETTA: guarda che mi gongolo! Uhhhh se mi gongolo! Scherzi a parte, grazie! Non so se emano energia, ma se comunico questo, caspita, allora è una cosa proprio bella e mi fai emozionare. La passione infinita c'è quello sì. Libertà di creare libere! Un saluto a te cara Anto! Grazie!
ALESSIA: Wei ma vedi che l'esercizio mica èun obbligo!! Poi figurati questo periodo è talmente pieno per tutti...:-) tu tra l'altro sforni un post piu' bello dell'altro e per dire anche questo porta via un sacco di tempo e devo ringraziarti tantissimo per la dritta delle lunch bag! ghghgh! Mitica! Intanto ti mando una quarantina di baci, spero possano bastare! Ciao super donna!

Giu'

Merylu ha detto...

Ciao Giulia!
Che bel post! E che brava Sara! Ho dato una sbirciata al suo blog, e hai proprio ragione...crea delle cose splendide!
Mi unisco ai complimenti per il tuo Rischio... è originale e fatto benissimo! Se non si è capito, mi piace tanto =)
Domenica partirò per Oslo, starò via qualche giorno, fino al 24, quindi se non faccio in tempo prima...ti aguro un buonissimo Natale! =)
Un bacione!
Mary

sempre Fata Bislacca ha detto...

Ciao Giulia, spero che il tuo rientro da Lugano non sia troppo traumatico e che ti prepari ad un rilassante natale (si può sempre sognare), ma dopo quel "rischio" chi ti tiene più??? Vero che in certi periodi le creazioni ci perseguitano e non è possibile ignorare quelle vocine nella testa, quelle immagini che si presentano vogliono prendere forma in barba al buonsenso? A me sta venendo un herpes grande come un pompelmo sul labbro superiore e starnutisco come una locomotiva arrugginita... Ma non riesco a fermarmi... Troppo bello tutto questo! Ti lascio un abbraccio per il tuo rientro! A presto

guja ha detto...

Bellissime cose Giulia complimenti!!!
Un caro abbraccio e tantissimi auguri di Buon Natale e Felice Anno nuovo!!!
:-)Baci.
Cristina