17/01/12

Disegnare per poi plasmare

Molto spesso mi chiedono come nasce una mia creazione. Ogni volta penso che sia davvero difficile definirlo. Sicuramente l'ispirazione è una cosa complessa, instabile, versatile e sempre la vado a cercare in modo diverso o, semplicemente, arriva da sola, all'improvviso, per poi maturare lenta nei miei pensieri.


Ma il disegno, quello non manca mai. Esiste sempre un disegno: dopo e durante l'ispirazione, prima della creazione.



Si tratta quasi sempre di disegni a penna, fatti velocemente. Non mi piace usare la gomma perché mi piace vedere gli errori corretti. 

Spesso sono disegni caotici, sovrapposti in modo casuale sui fogli, sparsi in modo spontaneo dentro al mio blocco.


Non potrei mai rinunciare al disegno, perché questo mi aiuta a razionalizzare le linee e visualizzare l'insieme. 




2 commenti:

Merylu ha detto...

Che bel post! Mi piace sempre tantissimo sbirciare i bozzetti, le ispirazioni, i disegni... vedere da dove nasce una creazione! è un modo bellissimo per capire l'origine di qualcosa...
Anch'io butto giù un disegno o un appunto quando mi viene un'idea. Non voglio rischiare che vada persa... e spesso rimane nel mio quaderno per mesi, a volte addirittura per anni, prima che venga realizzata. Sono convinta che ogni cosa abbia il suo tempo :) quando sarà il momento, "uscirà" dalla pagina e sarà pronta per prendere vita!
Un bacione Giulia! Buona giornata! :**
Mary

Giulia Boccafogli ha detto...

Mary! Come condiviso cio' che hai scritto!
Io disegno sempre tutto quanto! E' davvero il modo migliore per fissare le idee!
Un bacio grande a te!